Nella vita non raccogli ciò che semini, raccogli ciò di cui hai cura.

Struttura della persona

Nel definire i modi di essere delle persone sono state individuate tre variabili. Ognuna di esse contribuisce a determinare l’approccio delle persone verso la vita e quindi a comporre la struttura della persona. Da questa evidenza è scaturita la definizione di Psicologia Multifattoriale.

 

Le variabili dei modi (sani e non sani) di essere


I tipi umani
Tratteggiano le inclinazioni naturali, sono ereditari e non determinano né la sanità né il condizionamento. Sono sei diverse categorie e riconducono a diversi tipi di inclinazioni naturali, a diverse predisposizioni.


Le modalità
Riguardano l’affettività e sono variabili che si distinguono in sane e non sane.
La modalità sana, che è una sola, riguarda la presenza del sentimento di accettazione e di amabilità gratuita e costante.
Le modalità condizionate sono quattro e rappresentano quattro tentativi infruttuosi per conquistarsi accettazione e amabilità (il termine condizionato è utilizzato come sinonimo di non sano e intende esplicitare la connessione a esperienze negative dell’infanzia, che continuano ad avere una influenza insana).


Gli stili
Concernono la relazionalità e anch’essi si distinguono in sani e non sani.
Lo stile sano, che è uno solo, riguarda l’esserci del vissuto di considerazione nell’ambito di un reciproco riconoscimento.
Gli stili condizionati sono otto e trattano delle otto strategie inefficaci per conquistarsi l’attenzione quando si teme che non verrà mai accordata.

 

I diversi modi di essere (sia i sani sia i condizionati) consistono nell’insieme delle tre categorie: una delle modalità (quella sana oppure una delle quattro condizionate), uno degli stili (quello sano oppure uno degli otto condizionati) e uno dei sei tipi umani.

 

La struttura dei modi sani e non sani di essere

I modi di essere sono costituiti da una terna di categorie, una sola per ogni tipologia: mai più di una modalità, mai più di uno stile e mai più di un tipo umano. Mai accade, inoltre, che una modalità sana vada ad associarsi a uno stile condizionato e viceversa.


Modi sani di essere
La modalità sana e lo stile sano possono contribuire a costituire i sei modi sani di essere associandosi con i sei tipi umani. Essi esprimono le diverse forme di vivere il benessere insieme agli altri.


Modi non sani di essere
Le quattro modalità condizionate e gli otto stili condizionati combinandosi con i sei tipi umani vanno a costituire i numerosi modi non sani di essere (192). Essi si basano sulla paura della non accettazione e della non considerazione.

 

Struttura della persona

Ogni modo di essere, quindi, che sia sano o sia non sano, è caratterizzato da un tipo umano, una modalità e uno stile, che quindi vanno a costituire la struttura della persona.

Lo schema qui di seguito descrive come si articolano queste categorie in ciascuna persona: all’interno del rettangolo esterno, che rappresenta tutta la persona, ci sono due rettangoli più piccoli.

Il rettangolo di sinistra contiene i due elementi costituenti il modo sano di essere: cioè la modalità sana e lo stile sano. Il rettangolo a destra contiene i due elementi costituenti il modo non sano di essere: cioè uno delle quattro modalità condizionate e uno degli otto stili condizionati.

Per comprendere un individuo è necessario individuare le due terne costituite da ciascuna di queste tre categorie. La terna del modo sano di essere è costituita dalla modalità sana, stile sano e da uno dei tipi umani.  La terna del modo non sano di essere è determinata da una delle quattro modalità condizionate, da uno degli otto stili condizionati e dallo stesso tipo umano.

Le due terne, in una persona, hanno in comune lo stesso tipo umano. Infatti il tipo umano è inserito nell’intersezione dei due insiemi. Il tipo umano quando è attivato insieme alle categorie sane sarà vissuto in una forma migliorativa, mentre se è attivato insieme alle variabili non sane sarà vissuto in una forma peggiorativa.

Le due terne che si vengono a definire sono alternative fra loro per cui la presenza di una esclude quella dell’altra.

Ecco di seguito il quadro esplicativo della struttura della persona:

 

Struttura della persona: due modi di essere

 

 

La persona vivrà la modalità sana insieme allo stile sano e una delle modalità condizionate in associazione a uno degli stili condizionati. Non è possibile cioè il contemporaneo utilizzo di una variabile sana unitamente a una condizionata.

 

 

Se vuoi sapere di più

Per approfondire queste tematiche della Psicologia Multifattoriale, puoi scaricare un estratto del testo “Modi sani e non sani di essere” nel quale viene presentata l’intera teoria psicologica e le sue applicazioni durante l’intervento terapeutico.